Si può affermare con certezza che i produttori di automobili Spyker hanno fatto molta strada dall'idea originale dei due fratelli, carrozzieri di Amsterdam, che fondarono l'azienda nel 1898. ma l'idea di base rimane la stessa: realizzare auto di qualità che siano anche innovative.

ma la società Spyker che conosciamo oggi ha subito una grande trasformazione dall'inizio. non molti conoscono la società fondata da jacobus e hendrik-jan spijker nel 1898 fallì nel 1922, nonostante gli sforzi per renderla redditizia. nonostante questo, Spyker era noto all'epoca per la produzione di auto affidabili che erano considerate le "Rolls Royce del continente".

la 1903 60/80 cv era un'auto molto innovativa per l'epoca, con motore a 6 cilindri, quattro ruote motrici e freni sulle 4 ruote. un'altra invenzione molto interessante è stato un parapolvere brevettato che è stato montato sotto l'auto per aiutarla a smuovere la polvere sulle strade sterrate.

le auto spyker hanno fatto la storia quando hanno completato l'estenuante pekin alla maratona di parigi, arrivando al secondo posto. a questo punto, l'azienda aveva già stabilito un nome per se stessa. durante la prima guerra mondiale, l'azienda iniziò a produrre aeroplani e motori per aerei per restare in attività.

nel dopoguerra, la produzione di automobili riprese, ma nel 1922 la Spyker fallì, acquistata da un distributore britannico. infine, quando tutti i soldi finirono, la fabbrica chiuse definitivamente i battenti nel 1929. ma il marchio e ciò che rappresentava rimasero profondamente radicati nell'industria automobilistica. ecco perché all'inizio del secolo, nel 2000, victor muller e maarten de brujin fondarono una nuova azienda che porta il nome di spyker, determinati a portare avanti l'eredità della casa automobilistica olandese.

il nuovo spyker costruisce auto sportive appariscenti ed esclusive come la c8 spyder e la c8 laviolette. la produzione è continuata nel 2005 con la spyker c12 laturbie e nel 2007 con la d12 e la c12 zagato. le loro vetture sono state brevemente presenti sul circuito di F1 nella stagione 207, equipaggiate con motori Ferrari.